RIPARTE LA RASSEGNA “IL GIARDINO RITROVATO” A PALAZZO VENEZIA - Emio Greco |Pieter C. Scholten - Ballet National de Marseille Two/Boléro

Palazzo Venezia

14 giugno 2017 - Spettacolo

Bolero foto di ©Jean-Charles Verchere

Mercoledì 14 giugno 2017
Roma - Palazzo Venezia

RIPARTE LA RASSEGNA “IL GIARDINO RITROVATO” A PALAZZO VENEZIA

Emio Greco |Pieter C. Scholten - Ballet National de Marseille
Two/Boléro

Mercoledì 14 giugno, alle ore 21.00, nel giardino di Palazzo Venezia, dopo il grande successo della passata stagione, si inaugura la seconda edizione de “Il Giardino Ritrovato” rassegna di danza, teatro e musica, arricchita da conversazioni sull’architettura, che prende vita, per i tre mesi dell’estate. Ad aprire la manifestazione sarà Emio Greco, talento internazionale della danza contemporanea, che con Pieter C. Scholten e il Ballet National de Marseille, porterà in scena “Two” e “Bolero”.“Il Giardino Ritrovato” si inserisce nella più ampia cornice di "ARTCITY Estate 2017 arte musica spettacoli a Roma e nel Lazio", un progetto organico di iniziative culturali. Nato nei musei e per i musei, unisce sotto un ombrello comune oltre 100 iniziative di arte, architettura, letteratura, musica, teatro, danza e audiovisivo. Realizzato dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, il programma di ARTCITY coprirà l’intera estate 2017, dal 20 maggio al 21 settembre, spalancando i confini del Museo, aprendoli ulteriormente all’arte e alla cultura.

La scorsa estate “Il Giardino Ritrovato” ha segnato la rinascita di uno dei palazzi storici tra i più significativi della città, dando il via a un progetto di completo riassetto museologico che ha l’obiettivo di trasformare Palazzo Venezia in un luogo di interazione fra le arti, tutte le arti, nella consapevolezza che la tutela del passato deve andare d’accordo con la produzione culturale nella contemporaneità.

La scelta della rassegna di quest’anno, curata dal direttore del Museo di Palazzo Venezia Sonia Martone e da Anna Selvi, direttore dell’ufficio per il teatro e della danza del Polo Museale del Lazio, con la collaborazione di Davide Latella, punta sulla dimensione internazionale e sulla commistione tra diversi registri espressivi oltre che un occhio attento all’infanzia e adolescenza. E’ nella direzione di una classicità rivitalizzata da una estetica contemporanea che si è inteso realizzare questa seconda edizione di eventi artistici. Nomi di indiscusso prestigio a livello europeo e mondiale si affacciano sul palcoscenico dei Giardini portando alla conoscenza dello spettatore le loro opere più preziose che sono state già insignite di premi da parte della critica e del pubblico. Ogni sera, lo spettatore potrà sintonizzarsi con “un’opera d’arte in movimento”, che attraverso i diversi linguaggi – danza, parola, musica, video – ha l’ambizione di portare una consapevolezza maggiore sulla nostra epoca, dialogando con la tradizione e offrendo una salda grammatica dei sentimenti.


TWO
Ideazione e Coreografia Emio Greco | Pieter C. Scholten
CastHelena Volkov, Edward Lloyd
LuciHenkDanner

Costumi Clifford Portier

Design sonoroPieter C. Scholten
Produzione ICK
Durata 30’
Citando un articolo apparso sulla stampa francese dedicato a Emio Greco e Pieter C. Scholten: «È forse il tema del doppio ilfil rougedella loro collaborazione. Una questione affrontata inizialmente con la trilogia Fra Cervello e Movimento, serie di due soli (Bianco, 1996 e Rosso, 1997) e culminata in Extra Dry(1999), duo presentato come un solo raddoppiato. La stessa questione ritorna oggi con Two, una creazione che riflette sul doppio a tutti i livelli.» Un duo/ duello, maschile/ femminile, in cui ciascuno riproduce il gesto dell’altro, lo accompagna o lo subisce, chissà? Uno procede, l’altro riprende il movimento. Non vi è dialogo tra i due, solo un effetto di mimetismo, come se fossero un solo corpo sdoppiato, o come dei siamesi prigionieri dei loro legami fisici e spirituali.
Questa creazione si focalizza sull’utopia della sincronicità, o sulla condivisione dello stesso movimento, nello stesso spazio e nello stesso momento. Con le rotture – o le rivolte – che ciò implica, un altro tema caro alla ricerca di Greco e Scholten.

BOLÉRO
Ideazione e Coreografia Emio Greco | Pieter C. Scholten
Cast Alejandro Alvarez-Longines, Denis Bruno, Pedro Garcia, Vito Giotta,Emio Greco, GenIsomi, Angel Martinez-Hernandez, NahimanaVandenbussche, Anton Zvir
Luci HenkDanner

Costumi Clifford Portier

Design sonoroPieter C. Scholten
MusicaBoléroMaurice Ravel © Nordice B.V. / RedfieldB.V
Produzione Ballet National de Marseille

Collaborazione ICK

Durata 25’

Creazione 08/05/15 - Opéra de Marseille
Nel Bolérodi BronislavaNijinska i danzatori erano immersi in un ambiente spagnoleggiante, dove, come in una delle famose scene di Carmen, la tensione nasceva da una lancinante scena di seduzione tra una danzatrice del boléro e gli uomini della taverna.
Emio Greco e Pieter C. Scholten hanno tralasciato l’ambientazione per concentrarsi sullo scontro tra i corpi e la musica. Seguendo il tema della loro ricerca sul “corpo in rivolta”, la musica non è più una matita che disegna una storia, ma è la protagonista alla quale tutti i danzatori devono confrontarsi. La lotta tra nove danzatori e un tema musicale schiacciante sembra impari, ma è innanzitutto da loro stessi, dalla risonanza che la musica provoca nei loro corpi che i danzatori devono liberarsi. Più che una forza che travolge, la musica di Bolérosimboleggia una lotta interiore e riflette la dualità di ciascuno. Difronte ad una linea ritmica implacabile, il corpo mostra le sue esitazioni, le sue lacerazioni, le sue aspirazioni. La sensazione di liberazione non può che nascere quando la partitura culmina in un brutale caos sonoro in cui alla fine i ruoli risultano invertiti!

Info
Palazzo Venezia, Via del Plebiscito 118
Orario spettacolo ore 21.00
Nei giorni di spettacolo Palazzo Venezia sarà visitabile anche dalle 19.00 alle 23.30
Biglietti: intero 10€, ridotto 5€
Il biglietto del Museo comprende l’accesso allo spettacolo fino a esaurimento dei posti disponibili
Biglietto unico, consente la visita anche di Castel Sant’Angelo con validità 3 giorni: Intero 14€, ridotto 7€

Dove acquistare
Biglietteria di Palazzo Venezia: dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.00; nei giorni di spettacolo anche dalle 19.00 alle 22.30
Acquisto presso tutti i punti vendita Ticketone
Acquisto online: www.gebart.it
Informazioni e acquisto telefonico 0632810410

Maggiori informazioni su www.art-city.it

Ufficio stampa: Benedetta Cappon / PAV - benedettacappon@gmail.com | +39 3475878846
Ufficio comunicazione: PAV - organizzazione@pav-it.eu

Documenti da scaricare