A clandestin night in Rome

Museo Nazionale di Palazzo Venezia - ArtCity2017

Ore 21.00, domenica 3 settembre 2017 - Artcity

Art City - Sollima

domenica 3 settembre ore 21.00
Roma, Palazzo Venezia

Giovanni Sollima e l’Orchestra Notturna Clandestina diretta da Enrico Melozzi si esibiscono in A Clandestine Night, un concerto a cavallo fra i generi. Un solista di fama mondiale insieme ad un’orchestra giovane e ribelle, che si muove di notte, nei luoghi più off della Capitale, là dove si riesce fare cultura fuori dagli schemi.

Sollima apre con il Concerto in do maggiore di Haydn, e subito inventa un primo effetto a sorpresa per dare un improvviso, spiazzante indizio di come procederà la serata: la cadenza si trasforma in un sirtaki travolgente quanto imprevedibile. In scaletta due arie d’opera: Gelido in ogni vena dal Farnace di Vivaldi e la celebre cavatina di Rosina dal Barbiere di Siviglia. La voce è sostituita dal canto del violoncello di Sollima, che commuove nel brano barocco e diverte in quello rossiniano. Il programma comprende due composizioni di Enrico Melozzi: La marcia di Kalibani (2011) e The Sound of the Falling Walls, brano eseguito per la prima volta nel 2014 dai 100 Cellos al Teatro Regio di Torino. Cuore del concerto è Igiul da L.B. Files, uno struggente omaggio lirico a Luigi Boccherini, scritto da Sollima nel 2005 per il Festival di Kronberg, eseguito insieme ad Ariada Aquilarco (1998), conosciuta per essere il tema portante di ben due film di Marco Tullio Giordana: I cento passi e La meglio gioventù. La notte si chiude con le atmosfere grunge di Smells Like Teen Spirit dei Nirvana.

GIOVANNI  SOLLIMA

Giovanni Sollima è uno dei più incredibili violoncellisti in circolazione. Nasce a Palermo da una famiglia di musicisti e studia violoncello e composizione. Fin da giovanissimo collabora con musicisti quali Claudio Abbado, Giuseppe Sinopoli, Martha Argerich, Riccardo Muti, Victoria Mullova, Patti Smith, Philip Glass e Yo-Yo Ma. La sua attività – in veste di solista con orchestra e con diversi ensemble – si muove fra sedi ufficiali e progetti alternativi: dalla Carnegie Hall di New York al Teatro San Carlo di Napoli, dal Music Festival di Istanbul al Summer Festival di Tokyo alla Biennale di Venezia.

Suonare per lui non è un fine, ma un mezzo per comunicare con il mondo. L’Orchestra Notturna Clandestina non poteva che abbracciare la sua arte. Da Haydn a Vivaldi, dalla musica popolare greca alle composizioni dello stesso Sollima. In duplice veste di solista e compositore, danza sul palco, ascolta i musicisti che lo accompagnano, si volta a guardarli abbracciando il violoncello come un pezzo di corpo. Il suono si fa umano. Non c’è pubblico né esecutore, non ci sono orchestrali né direttori. Ma solo la verità di un incontro umano sotto forma di suono che avvolge lo spazio ricordandoci che siamo parti uguali di un universo immenso.

 

INFO

Nei giorni di spettacolo Palazzo Venezia sarà visitabile anche dalle 19.00 alle 23.30
Biglietti: intero 10€, ridotto 5€
Il biglietto del Museo comprende l’accesso allo spettacolo fino a esaurimento dei posti disponibili
Biglietto unico,
consente la visita anche di Castel Sant’Angelo con validità 3 giorni: Intero 14€, ridotto 7€
Ciclo di conversazioni “Il nuovo nell’antico”: ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

 

DOVE ACQUISTARE

Biglietteria di Palazzo Venezia: dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.00; nei giorni di spettacolo anche dalle 19.00 alle 22.30

Acquisto presso tutti i punti vendita Ticketone

Acquisto online: www.gebart.it

Informazioni e acquisto telefonico 0632810410

www.art-city.it