COPPE IN ARGENTO DA FALERII NOVI

Museo Archeologico dell'Agro Falisco - Forte Sangallo di Civita Castellana

11 marzo 2022 - presentazione

100 opere civita castellana

COPPE IN ARGENTO DA FALERII NOVI

Venerdì 11 marzo alle ore 11.30

Museo Archeologico dell'Agro Falisco al Forte Sangallo


Presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico dell'Agro Falisco al Forte Sangallo di Civita Castellana, domani 11 marzo alle ore 11.30 saranno presentate le due coppe in argento dorato, provenienti dai depositi del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e tornate presso il Museo nell'ambito del progetto “100 opere tornano a casa” lanciato dal Ministro della Cultura, Dario Franceschini, per valorizzare il patrimonio storico artistico e archeologico italiano conservato nei depositi dei luoghi d’arte statali e per promuovere i musei del territorio.

​Le coppe in argento, come si evince dalla documentazione di archivio, furono rinvenute nel 1811 nel territorio dell'attuale Civita Castellana presso l’abitato di Falerii Novi insieme ad altri recipienti in argento. La deposizione di questo piccolo tesoretto deve essere avvenuta dopo il 241 a.C., anno della fondazione della città; così come proposto dal prof. Coarelli, le coppe facevano probabilmente parte del bottino di una delle guerre asiatiche del II sec. a.C., verosimilmente realizzate nella città di Pergamo, in Asia Minore. Le coppe verranno esposte all’interno del percorso museale, allestito negli appartamenti papali del Forte Sangallo, insieme ai materiali qui conservati e visibili provenienti dallo stesso sito.

Alla Conferenza stampa saranno presenti il dott. Stefano Petrocchi, direttore della Direzione Regionale Musei Lazio, la dott.ssa Sara De Angelis, direttrice del Museo Archeologico dell'Agro Falisco - Forte Sangallo, e il sindaco di Civita Castellana Luca Giampieri.

Durante la conferenza saranno presentati le ultime ricerche e i nuovi dati relativi all'insediamento romano di Falerii Novi, da cui provengono le due coppe. Sul tema interverranno il prof. Stefano De Angeli, dell'Università di Studi della Tuscia, e il dott. Stephen Kay della British School at Rome (BSR) che introdurrà il nuovo progetto di scavo a Falerii Novi (Falerii Novi Project), iniziativa promossa dalla British School at Rome (BSR) insieme con le Università di Harvard, Toronto, Cambridge, Firenze e Ghent con il supporto della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e per l'Etruria Meridionale.

Sarà presente anche la Direttrice della BSR, prof.ssa Abigail Brundin e l’Assistant Director di archeologia della BSR, il Dr. Emlyn Dodd.