Progetti internazionali

2015-2018
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Brahmanical rock cut architecture in Western Deccan, Ricognizioni archeologiche e studio delle grotte brahmaniche dell’India occidentale (IV- IX secolo), progetto MNAO  con  'Sapienza' Università di Roma, in attesa della firma dell’accordo bilaterale con il Deccan College Research Institute, Deemed University, Pune, India. 

2014-2015
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
The Tianlongshan Cave Project Reconstruction and Recontextualization, progetto con il ‘Centro per le Arti dell’Asia orientale’ (Dept. of Art History-Univ. of Chicago) mirato all’acquisizione di immagini fotografiche digitali HD di sculture provenienti dal monastero rupestre di Tianlongshan (Shanxi, RPC) e alla restituzione tridimensionale dei reperti, sia singolarmente sia in modelli digitali nel loro originario contesto di appartenenza 

2014-2018
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini
SWICH – Sharing a World of Inclusion, Creativity and Heritage. Ethnography, Museums of World Culture and New Citizenship in Europe. Il progetto multiannuale è stato approvato dalla Commissione Europea nell'ambito del Programma «Creative Europe» (Call for proposals 2014 - Category 2 – Large scale cooperation projects). La proposta è stata presentata dal WeltMuseum di Vienna, in qualità di capofila, con la collaborazione di 11 istituzioni: Rijksmuseum voor Volkenkunde di Leiden/Tropenmuseum Amsterdam; Lindenmuseum, Stuttgart; Museo Nazionale Preistorico Etnografico “L. Pigorini, Roma; The Chancellor, Masters and Scholars of the University of Cambridge; Slovene ethnographic museum, Ljubljana [SL]; Statens Museer for Världskultur, Sweden; Istituto di Cultura di Barcellona, il MUCEM di Marsiglia, il Musée Royal de l'Afrique Centrale, Tervuren; Stichting National Museum Van Wereldculturen (NL).

2014-in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Catalogo virtuale del Museo Nazionale di San’a’, sito del patrimonio universale dell’UNESCO, progetto con la Missione Archeologica Italiana in Yemen, GOAM, finanziato con fondi Ministero degli Affari Esteri e Monumenta Orientalia.

2014 (marzo - aprile)
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Ciclo di Conferenze "Altr'Arti" dedicato all’arte tibetana, progetto con il Museo delle Culture (Lugano), il Museo Cantonale d'Arte, la Società Ticinese di Belle Arti e il TEC-Lab della Facoltà di scienze della comunicazione dell’Università della Svizzera italiana. Il MNAO ha avuto la direzione scientifica del progetto.

2013-2017
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Digital Archive for the Study of pre-islamic Arabian Inscriptions (DASI), progetto europeo con Cross Border Cooperation in the Mediterranean (ENPI CBC MED), Università di Pisa, Yarmouk University (Giordania),  GAIA Heritage ( Libano); Institute of Ancient Near East Studies (IPOA), Università di Barcellona, MAGO PRODUCTION (Spagna).  Il MNAO, in quanto partner, coordina il progetto per quanto attiene la parte museale, in collaborazione con l'Università di Pisa. 

2013 - in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Studio e pubblicazione di ca. 400 moschee, monumenti, cimiteri etc. dello Yemen documentati dalla spedizione islamica della MAIRY, progetto con la Missione Archeologica Italiana in Yemen, GOAM, finanziato con fondi Ministero degli Affari Esteri e Monumenta Orientalia.

2012-2014
Museo Hendrik Christian Andersen
MUSEO FACILE. Progetto Sperimentale di Comunicazione e Accessibilità Culturale. Si tratta di un progetto didattico-sperimentale elaborato nell'ambito della convenzione tra l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale ed il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo realizzato in collaborazione con la Soprintendenza alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea - Museo H.C. Andersen e con l'Unione Nazionale per la Lotta contro l'Analfabetismo (UNLA)
Il progetto si propone, grazie ad un sistema di comunicazione integrata, di promuovere la fruizione del museo da parte di tutti i tipi di pubblico e di favorire l'accesso culturale di quanti presentano difficoltà specifiche. I principali destinatari del progetto sono adulti con aspetti di analfabetismo funzionale, persone con disabilità visive o uditive, comunità straniere di immigrati ovvero tutti coloro che presentano difficoltà specifiche nella partecipazione attiva alla conoscenza del patrimonio culturale nazionale. L'iniziativa ha reso possibile l'inaugurazione di nuovi allestimenti fisici e digitali che prendono pienamente in conto le problematiche sopramenzionate.
http://www.museoandersen.beniculturali.it/index.php?it/175/museo-facile

2012-2013
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Consulenza specialistica e analisi metallurgiche su opere buddhiste in bronzo della Corea nel MNAO, progetto MNAO con il National Museum of Korea.

2012
Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’
Convenzione tra il MNAO e la Hosei University Research Center for Internazionale Japanese Studies per lo studio e la formazione di un database di opere d’arte giapponese nelle collezioni europee e il loro impatto sull’immagine del Giappone in Europa

2011- in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Documentazione digitale catalografica e fotografica delle xilografie giapponesi di proprietà dello Stato, conservate presso il MNAO, nell’ambito del Progetto mondiale di documentazione sulle stampe giapponesi, con l'Art Research Center, Ritsumeikan University, Kyoto.

2011-2012
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Creazione di un database di opere buddhiste giapponesi conservate nei musei europei, progetto MNAO con lo Hosei University Institute of International Japanese Studies.

2011
Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’
Accordo culturale per lo scavo archeologico a Gelot in Tajikistan tra il MNAO e le Accademie delle Scienze della Russia e del Tajikistan per il triennio 2012-2014 in fase avanzata di rinnovo per il triennio 2015-2017

2011
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Visibilia invisibilium - Non invasive analyses on Tibetan paintings from the Tucci's expeditions, progetto MNAO con ENEA, INOA, OPD Orientalis, con il contributo dell’Institut für Konservierung und Restaurierung – Universität für angewandte Kunst Wien.

2010-2012
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
READ-ME 2 - Réseau Européen des Associations de Diasporas & Musées Ethnographiques (Programma comunitario Cultura 2007-2013), promosso dal Museo Nazionale “L.Pigorini” di Roma in collaborazione con il Muséè Royal de l’Afrique Centrale di Tervuren (Bruxelles), il Musée du quai Branly di Parigi e il Museum für Völkerkunde di Vienna. Il progetto (1 ottobre 2010 – 30 settembre 2012) è stato incentrato sul programma [S]oggetti migranti. Sono stati svolti laboratori tecnico-scientifici sul tema degli oggetti migranti nelle diverse sedi museali e il progetto si è concluso con la mostra mostra [S]oggetti migranti: dietro le cose le persone, allestita al Museo “Luigi Pigorini” di Roma dal 20 settembre 2012 al 2 aprile 2013 (si veda: [S]oggetti migranti: dietro le cose le persone, a cura di Kublai Munapé, catalogo della mostra, Roma, Espera, 2012).

2010
Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’
Convenzione tra Art Research Center Ritsumeikan University ed il MNAO per il Progetto mondiale di documentazione sulle stampe giapponesi.

2010
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”
Formazione di base per operatori nel campo del restauro di manufatti mobilirivolto ad allievi afghani provenienti dal Ministero della Cultura della Repubblica Islamica dell’Afghanistan, progetto sulla base della Convenzione tra la Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale, il Ministero degli Affari Esteri e l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro – MiBACT. Sedi e luoghi dell’attività del corso sono state le aule ed i laboratori scientifici dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro e i laboratori di restauro del MNAO. Il corso ha fornito agli operatori designati dal Museo Nazionale dell’Afghanistan di Kabul le informazioni di base per operare interventi di prima urgenza e di difficoltà tecnica contenuta sui materiali tessili.

2009 - in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione Archeologica Italiana in Afghanistan, con l'Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente - Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente. Nell'ambito della missione il MNAO è impegnato nello studio dei materiali islamici rinvenuti nel sito di Ghazni. In precedenza gli scavi nel sito islamico, iniziati dall’Istituto per il Medio ed Estremo Oriente nel 1957, si erano conclusi nel 1966, per poi proseguire sempre a Ghazni, nell’area buddhista di Tapa Sardar. Nel 1978, con l’arrivo delle truppe sovietiche in Afghanistan, le attività della Missione vennero sospese, per poi riprendere nel 2002.

2009- 2011
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Viaggi nella Memoria. Per non dimenticare le tragedie del '900, progetto didattico del MNAO in collaborazione con l’Ambasciata del Giappone in Italia, l'Assessorato alle Politiche Educative, Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù di Roma Capitale.

2009-2010
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
(Agri)-culturee(s) Progetto di collaborazione con il Musée international du Carnaval et du Masque di Binche(Belgio) nell'ambito del programma “Leveraging the intangible patrimony content of agriculture for improving livelihoods of small farmers and migrants”, promosso da IFAD e ACRA – Movimondo. Il progetto è consistito in una ricerca sugli aspetti socio-culturali connessi alla produzione di specie vegetali neglette del Senegal, del Marocco e dell’Equador al fine di realizzare un'esposizione poi allestita a Roma (apr.-ag. 2010) e a Binche (ott. 2010 – gen. 2011), intitolata (Agri)-culturee(s). Quand l’agriculture démasque la culture (Catalogo Roma-Binche 2010).

2009-2010
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Allestimento nuova sala di archeologia e arte coreana del MNAO, esposizione permanente presso il MNAO realizzata con il contributo della Korea Foundation e dell’Istituto di Cultura presso l’Ambasciata di Corea in Italia.

2008-2015
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
Adesione e partecipazione al Gothic Ivories Project promosso dal Courtauld Institue of Art di Londra. Il progetto, partito nel 2008 e tuttora in corso, ha portato alla realizzazione di un notevole database (http://www.gothicivories.courtauld.ac.uk/) che raccoglie oltre 5100 schede di sculture in avorio prodotte in Europa tra il 1200 e il 1530, o in stile Neogotico, attualmente conservate nei più importanti musei del mondo o custodite in collezioni private.

2008-2013
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
RIME – Réseau International des Musées d’Ethnographie / Ethnography Museums & World Cultures (Programma Cultura della UE 2007-2013), incentrato sulla Modernità e sugli incontri tra le culture. Capofila è il Muséè Royal de l’Afrique Centrale di Tervuren (Bruxelles). Partecipano al progetto come coorganizzatori il Rijksmuseum voor Volkenkunde di Leiden (NL), il Musée du quai Branly di Parigi (F), il Pitt Rivers Museum di Oxford (UK), il Varldskulturmuseet di Goteborg (S),il Linden-Museum di Stuttgart (D), il Museo de America di Madrid (E), il Museum fur Volkerkunde di Vienna (A), il Naprstek’s Muzeum di Praga (CZ). Il programma quinquennale (1 novembre 2008 – 31 ottobre 2013), ha visto il Museo Pigorini partecipare a diversi meetings nelle sedi dei musei partner, collaborare alla mostra itinerante «Fetish Modernity», Tervuren, Madrid, Praga, Vienna, Leida, Goteborg 2009-2014 (catalogo a cura di Anne-Marie Bouttiau e Anna Seiderer, ) e organizzaere un Colloquio Internazionale sul futuro dei musei etnografici (cfr. Sandra Ferracuti, Elisabetta Frasca, Vito Lattanzi (eds), Beyond Modernity. Do Ethnography Museums Need Ethnography?, Proceedings of the International Colloquium, Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini" – Rome - April 18th - 20th, 2012, Ethnography Museums & World Cultures (RIME), Roma, Espera, 2013)

2008-2010
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
Finanziato dal Getty Foundation di Los Angeles, il progetto di ricerca è stato realizzato in collaborazione con l'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di Roma (ISCR), l'Università degli Studi di Padova, l'Archivio di Stato di Venezia, il Kunstmuseum di Basilea e Haus-, Hof- und Staatsarchiv di Vienna. Con la finalità di approfondire la storia del Palazzo di Venezia e le sue collezioni di scultura, la ricerca ha compiuto un notevole avanzamento scientifico con nuove attribuzioni, puntualizzazioni cronologiche e iconografiche e approfondimenti sulle tecniche e i materiali degli oggetti.
I risultati di questo studio, sviluppatosi nell'arco di un biennio grazie all'attività coordinata di storici dell'arte, archeologi, storici, archivisti, informatici, fotografi e restauratori, sono stati presentati nel 2010 nel sito web http://museopalazzovenezia.beniculturali.it  e pubblicati in quattro cataloghi a stampa nel 2011.

2008
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto MOSAICO. Melting the Colours of Europe / Insieme per i colori d’Europa, promosso e coordinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione dell’anno del dialogo interculturale. La Soprintendenza ha realizzato una delle cinque azioni previste con il programma Saperci Fare. Educazione e comunicazione interculturale al Museo (4 aprile – 8 giugno 2008).

2007 – in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Rapporti tra nomadie sedentari nel Tajikistan meridionale delle Età del Bronzo e del Ferro I (III-II millennio a.C.), scavi nei siti archeologici di Gelot e Parkhar, progetto con l'Istituto per gli Studi Orientali (Accademia delle Scienze della Russia, Mosca), l'Istituto per la Storia, l’Archeologia, l’Etnografia (Accademia delle Scienze del Tajikistan, Dushanbe), finanziato dai tre Istituti coinvolti nelle ricerche e negli scavi e cofinanziato con fondi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Oggetto della ricerca è lo sviluppo culturale nel Tajikistan meridionale e i rapporti tra le diverse culture, nomadi e sedentarie, presenti in quest’area tra l’Età del Bronzo fino agli inizi dell’Età del Ferro (fine del III - inizi del I millennio a.C.), attraverso l’esame dell’abbondante materiale già scavato dagli archeologi russi e una ricognizione sul territorio per l’individuazione di nuovi siti delle culture nomadi e miste. È in preparazione un volume sugli scavi del sito di Gelot, ora conclusi, a cura delle tre istituzioni coinvolte e del Deutsches Archäologisches Institut di Berlino, titolare di un progetto parallelo nella stessa area, che finanzia la pubblicazione.

2007-2009
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Read-Me 1 – Réseau Européen des Associations de Diasporas & Musées Ethnographiques (Programma comunitario Cultura 2007-2013), promosso dal Muséè Royal de l’Afrique Centrale di Tervuren (Bruxelles), insieme al Musée du quai Branly di Parigi, all’Etnografiska Museet di Stoccolma e al Museo Nazionale “L.Pigorini”. Il progetto (ottobre 2007 – settembre 2009), finalizzato alla costruzione di un rapporto con le culture che hanno prodotto le opere e le testimonianze custodite nei depositi del museo, ha impegnato la Soprintendenza nell’organizzazione dell’ “Atelier” scientifico Museo e Diaspora. Maschere e identità plurali (Roma 5-7 giugno 2008).

2007-2008
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Italian Archaeological Project in Indonesia (IAPI), scavi nel sito archeologico di Gua Made (Jombang, Giava centrale), progetto MNAO con l'Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, finanziato con sponsorizzazione privata e contributo di ricerca Ministero degli Affari Esteri -DGSP.

2007
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione con il Sottosegretario on. Mazzonis in occasione del convegno “Twenty Years of Bahrain Archaeology”, Manama, 8-13 dicembre 2007.

2006
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione Italiana in Pakistan, Studio dei materiali ceramici di età islamica provenienti dallo scavo del sito di Udegram (Swat), progetto con l'Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente. 

2006
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"

Stage di formazione per funzionari dell’Amministrazione di Stato per i Beni Culturali della Repubblica Popolare di Cina, progetto con il Dipartimento per la Ricerca, l’Innovazione e l’Organizzazione (RIO) del MiBACT.

2003-2008
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Missione annuale di scavo archeologico nell’area monumentale della città Maya di Copàn in Honduras (MAIC=Missione Archeologica Italiana a Copàn), cofinanziata dal Ministero degli Affari Esteri e dal Mibac. Finanziata dal MAE.

2005- 2012
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Progetto indo-italiano per la conservazione delle pitture murali della grotta 17 di Ajanta, India, con il Segretariato Generale e l'Istituto Superiore della Conservazione e il Restauro. A seguito di un accordo tra l’Ambasciata italiana a Delhi, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero della Cultura indiano e l’Archaeological Survey of India sono iniziate le campagne di monitoraggio nella grotta 17 e le attività di analisi e studio finalizzate alla comprensione della tecnica esecutiva e dello stato di conservazione delle pitture. Il programma del progetto ha previsto inoltre la realizzazione di una indagine fotogrammetrica della grotta, la presentazione di un GIS alle autorità indiane e la valutazione dei materiali e dei metodi da impiegare per l’intervento, con test sui dipinti murali. Nell’ambito della missione, il MNAO ha svolto un ruolo di supporto per l’approfondimento delle conoscenze storiche, storico artistiche ed archeologiche sul sito, al fine di permettere una più corretta interpretazione dei dati che venivano raccolti durante la campagna di ricognizione. Durante i lavori è stata evidenziata l’esigenza di una comparazione tra quanto stava emergendo dall’analisi delle informazioni sui pigmenti e sugli strati preparatori e quanto descritto in relazione alle tecniche pittoriche negli antichi trattati di letteratura specialistica in lingua sanscrita - i cosiddetti Vastushastra o Silpashastra -, per comprendere se le prescrizioni che compaiono in tali testi trovano una effettiva corrispondenza nell’arte di Ajanta. Nel 2007 è stata realizzata la mostra The Conservation of mural paintings in Ajanta Caves presso il National Museum di New Delhi. Il progetto si è concluso con pubblicazione dei risultati delle indagini nei due volumi Ajanta Dipinta / Painted Ajanta (a cura di Bon Valsassina, C., Capanna, F., Ioele, M., Roma 2013.

2005 - 2009
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Collaborazione alla traduzione cinese dell’opera di Tucci 'Indo-Tibetica', 7 volumi, con l'Istituto per l'Africa e l'Oriente e la Facoltà di archeologia e Museologia dell'Università di Pechino.

2004 - in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione italo-iraniana, scavi nella città di Arg-e Bam/ Kirman, sito del patrimonio universale dell’UNESCO, nell’ambito del progetto dell'Istituto Superiore Conservazione e Restauro, della Direzione Generale, del Ministero degli Affari Esteri, dell'Iranian Cultural Heritage and Tourism Organization. Dal 2004 sono in corso attività di scavo e restauro della Torre sud-ovest delle mura di Bam danneggiata dal sisma del 2003. La direzione degli scavi è affidata al MNAO.

2004 - 2007
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Partner italiano per DIA, Discover Islamic Art, Museum with no Frontiers (MWNF), progetto dell’Unione Europea nel quadro del Programma MEDA – Euro-med Heritage e del Programma Raffaello per la realizzazione del ciclo di mostre: L’arte islamica nel Mediterraneo.

2003-2006
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto MU.SE.UM. (“Programma Leonardo da Vinci”), finalizzato alla creazione di una rete virtuale dei principali musei europei di preistoria e protostoria ed ha realizzato un sito WEB (www.europeanvirtualmuseum.it) in cui i musei partners (oltre a Roma: Atene, Berlino, Vienna, Bucarest, Budapest e Sophia) hanno condiviso una selezione di opere collegate al simbolismo preistorico.

2003
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto ENJAC (European Network of Japanese Art Collections). L’Enjac è l’associazione dei curatori delle collezioni giapponesi nei musei europei e si propone, attraverso incontri periodici, di promuovere la conoscenza dei materiali, la condivisione di progetti, di stimolare il dibattito sui problemi inerenti catalogazione, conservazione, divulgazione dei materiali. La sezione Asia ha partecipato con relazioni ai convegni di Bonn (2003) e Praga (2004).

2003
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto N.E.C.E.P. (Non-European Component of European Patrimony), parte del programma European Cultural Heritage On-line (ECHO), che ha come obiettivo la diffusione su supporto informatico del patrimonio culturale non europeo, al fine di consentire alla comunità scientifica mondiale di accedere on line alle collezioni di etnografia extra-europea conservate presso i musei europei.

2002 - in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Pong Manao Cultural Heritage Promotion/Conservation Project, intervento nel sito protostorico di Ban Pong Manao (Patthana Nikhom, Lopburi, Thailandia), progetto MNAO / Direzione Generale per le Antichità-MiBACT, con la Silpakorn University (Bangkok), finanziato in parte con fondi Ministero degli Affari Esteri. Il Memorandum of understanding prevede collaborazioni nei seguenti settori: 1. studi terminologici e lessicografici, con particolare riferimento alle lingue thai e italiano; 2. studi filologici e paleografici con particolare riferimento alle lingue indiane antiche; 3. studi storici sulle civiltà antiche dell’Asia meridionale, orientale e sud-orientale; 4. studi archeologici, etno-archeologici ed archeometrici; 5. metodi e teoria scientifica di conservazione e restauro dei materiali archeologici; 6. studi storico artistici.

2002 - 2004
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Studio dei materiali della Missione Archeologica Italiana in Iran – Isfahan (poi A.D.A.M.J.I - Archivio Digitale Archeologico Masgid-I Juma Isfahan), progetto con l'Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, finanziato con fondi dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente e del Ministero degli Affari Esteri. Nell’ambito del progetto, i responsabili del MNAO, che hanno avuto la direzione e la co-direzione della Missione, si sono occupati in particolar modo di studiare e documentare, in vista della pubblicazione, le pitture murali della Grande Moschea di Isfahan, le ceramiche e gli stucchi portati alla luce durante gli scavi.

2002
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto ASEMUS (Asia-Europe Museum Network ), rete di musei etnografici europei e asiatici, nata sotto la guida del Museo Reale di Etnografia di Leiden con l’obiettivo di incrementare l’uso in comune delle collezioni dei musei asiatici e europei, promuovere lo scambio di competenze professionali tra i musei, sviluppare progetti di esposizioni. ASEMUS è sostenuta da Asia-Europe Foundation (ASEF), creata negli anni ‘90 dai governi asiatici ed europei per avere un controllo politico diplomatico sui contenuti delle iniziative di co-operazione culturale. Nel quadro della messa in rete da parte dei più importanti musei europei dei loro capolavori di arte asiatica, il Museo Pigorini ha inserito 25 dei suoi.

2002
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Scavo del sito di Uch Kulakh (Bukhara),Uzbekistan, progetto con l'Università di Roma 'La Sapienza', Dipartimento di Studi Orientali.

2001 - in corso
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione Archeologica Italiana in Iran, Sistan-Baluchistan, scavi nel sito archeologico di Shahr-i Sokhta, Progetto MNAO (direzione della Missione) con l' Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, l'Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente, cofinanziato con fondi Ministero degli Affari Esteri. La Missione Archeologica Italiana in Iran, Sistan-Baluchistan è inserita nel Programma esecutivo di collaborazione nell’ambito della cultura, dell’istruzione, dell’alta formazione e della ricerca tra la Repubblica Islamica dell’Iran e la Repubblica Italiana per gli anni 2015-2018.

2001-2015
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto EEMDG (European Ethnology Museum Directors Group). Rete europea dei Direttori dei musei etnografici d’Europa costituita nel 1999 con lo scopo di condividere esperienze professionali e promuovere lo scambio di buone pratiche nei diversi campi d’azione istituzionale. Ne fanno parte alcuni tra i maggiori musei etnografici europei: i tre grandi musei etnografici olandesi (il National Museum of Ethnology di Leiden, il Tropenmuseum di Amsterdam, il Wereldmuseum di Rotterdam) il British Museum, Department of Ethnography di Londra, il Pitt Rivers Museum di Oxford, il Musée du Quai Branly (ex Musée de l’Homme) di Parigi, i musei etnografici di Berlino, Lipsia, Amburgo, Monaco e Brema, il Museum fur Volkerkunde di Vienna, il Musée Royal de l’Afrique Centrale di Bruxelles, il Museo de America, Madrid, il Museum Naprstek, Praga, e i musei scandinavi di Oslo, Stockholm e Goteborgh.

Progetto R.E.I.N.S. (Rete Europea per lo Studio degli Insediamenti Neolitici Sommersi) nell’ambito del “Programma Raffaello” dell’Unione Europea come Ente proponente e capofila, in collaborazione con prestigiose istituzioni spagnole e tedesche.

2001-2009
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto Buia: ricerche paleopatologiche, paleontologiche e geologiche nel bacino sedimentario di Buia, Dancalia, Eritrea. In collaborazione con il Museo nazionale Eritreo, la Sapienza Università di Roma, l’Università di Firenze e l’Università di Poitiers (Finanziamenti Mae, Miur e Leakey Foundations.

2001-2002
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
JewelMed: Comparative analysis of manufacturing technologies in goldsmithing and silversmithing from the VII to the I century B.C. in the Mediterranean area, progetto con l'Istituto per lo Studio dei Materiali nano-strutturati del Consiglio Nazione delle Ricerche, l'European Jewellery Technology Network – European Economic Interest Group, l'Università di Ancona - Institute of Physical Science (Italy), il Benaki Museum - Conservation Department (Greece), il National Archaeological Museum of Malta, Hashemite University (Jordan), lo Higher Technical Institute (Cyprus). 

2001
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Progetto «Pyrgos-Mavroraki: advanced technology in bronze age Cyprus» nel quadro dell’Archaelogical Mission at Pyrgos, finanziata dal CNR; nel 1998 (tuttora incorso), infine, è stato avviato il progetto Hommes et Vulcans avant l’Histoire, in collaborazione con il CNRS, Università di Bordeaux.

1998-1999
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Sichuan Province Cultural Heritage Strategic Masterplan, Chengdu (prov. del Sichuan, RPC), progetto World Bank, concorso su transfunding Italia vinto da Lotti & Associati in associazione temporanea d’impresa con Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, enti collaboratori MNAO-Istituto Centrale del Restauro.

1998
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Scavo del sito di Harigaon Satya Narayana nei pressi di Kathmandu, Nepal, progetto con l'Istituto per il Medio ed Estremo Oriente e l'Istituto Universitario orientale.

1997-2003
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione Archeologica italiana in Laos, ricognizioni e rilevamenti topografici per la realizzazione della carta archeologica del territorio circostante il tempio Wat Phu, Champasak (Laos), in funzione della realizzazione del Master Plan dell’UNESCO, progetto con la Fondazione Lerici (Politecnico di Milano) e l'UNESCO. Nell’ambito del progetto gli esperti del MNAO hanno partecipato alle indagini archeologiche, hanno catalogato la collezione delle sculture e dei materiali architettonici khmer conservati nei magazzini del Ministero della Cultura e Informazione laotiano; hanno svolto corsi di formazione ai funzionari del Ministero; hanno progettato l’allestimento del Museo di sito costruito nel parco archeologico di Wat Phu, curando la selezione degli oggetti, l’elaborazione del percorso espositivo e dell’apparato didattico per la fruibilità della struttura; hanno svolto uno studio iconografico del complesso templare di Wat Phu e del vicino sito di To mo, approfondendo l’indagine sui rilievi conservati ancora in situ e di quelli rinvenuti durante gli scavi della Missione.

1997-1999
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Georilevamento delle città medievali russe, progetto basato sulla applicazione di metodi di rilevamento non invasivi della Fondazione Lerici e dell’Accademia delle Scienze di Russia in collaborazione con il MNAO.

1996
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Shaping the Mind - Artistic Facets of Tibetan Civilization, edizione speciale dedicata alle arti del The Tibet Journal - A publication for the study of Tibet, vol. 21, n. 2., progetto con Library of Tibetan Works and Archives (LTWA). Al MNAO è stata affidata la cura scientifica del progetto.

1995 - 1999
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Genesis, irradiation and development of the Indo-Tibetan style in the Art and Architecture of the Buddhist temples of Western Himalaya during the X-XIV centuries, missione di ricerca nell'Himachal Pradesh nord-orientale (parte dell'Himalaya occidentale, regione studiata da Giuseppe Tucci) avente per oggetto i monasteri costruiti durante la prima fase della ‘Seconda Diffusione’ del Buddhismo dall’India in Tibet, progetto con l'Università di Genova e l'Università di Roma 'La Sapienza', approvato dal Governo indiano (Ministry of Human Resource Development), cofinanziato nel 1999 dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

1995-1998
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Centro di Formazione per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali della Cina Nord-occidentale-Xi’an, Xi’an (prov. dello Shanxi, RPC), progetto di cooperazione allo sviluppo realizzato con l'Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente e l’Istituto Centrale del Restauro. Il MNAO ha avuto la co-direzione per le attività didattiche e la ricerca archeologica.

1995
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Scavi e ricognizioni nell’area di Champasak, Laos, Progetto con il Museo Guimet, CNRS e la Fondazione Lerici.

1994 - 2006
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
I siti protostorici del Tajikistan meridionale e il loro ruolo nella diffusione della civiltà dal Neolitico al Bronzo Tardo-Ferro I nell’Asia centrale sud-orientale, progetto con l'Istituto per gli Studi Orientali (Accademia delle Scienze della Russia, Mosca), l'Istituto per la Storia, l’Archeologia, l’Etnografia (Accademia delle Scienze del Tajikistan, Dushanbe), finanziato dai tre Istituti coinvolti nelle ricerche e negli scavi e cofinanziato con fondi del CNR. Nel progetto è stata studiata una delle grandi culture documentate in Tajikistan, la cultura agricola di Sapalli quale essa appare in quest’area dall’esame dei reperti della necropoli e dell’insediamento di Kangurttut, uno dei più grandi siti tajiki di questa cultura scavati dagli archeologi russi tra gli anni’70 e gli anni ’90 del 1900. In particolare, è ora in corso a cura del MNAO la pubblicazione di tutti i materiali di Kangurttut. 

1989–2006
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Missione archeologica ed etnologica in Perù (finanziamento Mibac e MAE). Nata sotto la spinta di un protocollo d’intesa stipulato fra Italia e Perù ha svolto campagne di scavo nei siti di Tambillo, Quelapi e Maukallakta (dipartimenti di Arequipa e di Moquegua - Perù meridionale) e ha realizzato un capillare studio antropologico sulla religione e le tradizioni orali del pueblo di Ubinas (dipartimento di Moquegua) e sull’etnostoria della regione.

1988- 2015
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Joint Thai-Italian “Lopburi Regional Archaeological Project-LoRAP” – Missione Archeologica in Thailandia, contemplato tra i progetti di cooperazione culturale nell’ambito degli accordi tra la Repubblica Italiana e il regno di Thailandia, accordo bilaterale Department of Fine Arts of Thailand (Thai FAD) – Istituto per il Medio ed Estremo Oriente - Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (1987-2011), MNAO (cui è affidata la direzione del progetto). Nel corso degli anni il progetto è stato cofinanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale-DGSP, dal MNAO-MiBACT, dall’ Istituto per il Medio ed Estremo Oriente - Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, all’American Philosophical Society. Negli anni 1988-1993 sono stati condotti scavi nel sito archeologico di Tha Kae, un moated site con orizzonti di occupazione dal Neolitico alla piena età storica; nel 1994-1995 le attività di scavo sono continuate presso Phu Noi, sito necropolare dell’Età del ferro; dal 1997 al 2005 ci si è dedicati allo studio, alla catalogazione e al restauro dei manufatti e dei resti scheletrici umani di Tha Kae e Phu Noi presso il King Narai Palace National Museum (KNPNM)-Lopburi; dal 2006 al 2010 lo scavo archeologico ha riguardato i siti di Khok Din e Noen Din (Khao Sai On metallurgical district, Lopburi), siti abitativi e metallurgici dell’Età del ferro; contemporaneamente, dal 2009 al 2010 è iniziato presso il KNPNM –Lopburi lo studio dei manufatti degli stessi siti; nel 2013 è stata studiata la manifattura dei monili di conchiglia da Tha Kae; nel 2014 le ceramiche industriali di Khok Din e Noen Din; il 2015 sarà dedicato allo studio delle fusaiole di terracotta e delle tecniche di filatura nei siti di Tha Kae e di Phu Noi (previsto per novembre-dicembre).

1986- (in corso, momentaneamente sospeso)
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Sviluppo, trasformazione e crisi delle società del Levante e dei processi interculturali nel Mediterraneo orientale. Scavo del sito di Tell Afis e prospoezione archeologica nella provincia di Idlib (Siria settentrionale), progetto con le Università di Firenze, Pisa, Bologna, Viterbo, Sassari, Damasco, ‘Sapienza’ Università di Roma, la Direzione delle Antichità e dei Musei di Siria, il Museo Archeologico di Idlib (Siria), l’Istituto per lo Studio della Civiltà Egea e del Vicino Oriente, l’Istituto di Studi sulle Civiltà Italiche e del Mediterraneo antico e l’Istituto per le Tecniche applicate ai Beni Culturali del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il progetto è momentaneamente sospeso da ottobre 2010 a causa della guerra civile siriana. 

1986-1992
Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"
Programma PRE.M.A (Prevenzione nei Musei Africani). Progetto internazionale di formazione per la conservazione del patrimonio culturale dei Paesi dell’Africa Sub-sahariana in collaborazione con l’ICCROM.

1983 - 1985
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Missione Archeologica italiana in Turchia nel sito di Arslantepe-Malatya, progetto con la ‘Sapienza’ Università di Roma. Arslantepe (presso l’odierna Malatya), nell’Anatolia sud-orientale è un importante centro proto urbano del IV millennio a.C., che intrattenne stretti rapporti con le coeve città-stato della Mesopotamia meridionale.

1975-2010
Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci"
Scavo del sito di Tell Mardikh/ Ebla ( Siria settentrionale), progetto con la ‘Sapienza’ Università di Roma, il Ministero degli Affari Esteri, il CNR, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica, la Direzione delle Antichità e dei Musei di Siria, il Ministero per i beni e le attività culturali. L’antica città di Ebla dominò la Siria settentrionale nell’Età del Bronzo Antico (ultimo quarto del III millennio a. C.) ed ebbe rilevante importanza anche in quella del Bronzo Medio (200-1600). La sua scoperta, attraverso il ritrovamento degli Archivi Reali del Bronzo Antico con i dati che da essi sono stati ricavati, l’architettura e i numerosi oggetti d’arte ha cambiato il quadro storico dell’area siriana, in precedenza considerata un’area provinciale rispetto alla più nota e indagata area mesopotamica. Il progetto è stato interrotto a causa della guerra civile siriana.